CGIL E INCA SU PERMESSI SOGGIORNO

Logo-Inca“Con decreto del ministero delle Finanze è stato disposto l’aumento del costo del permesso di soggiorno elettronico, che passa da 27.50 euro a 30.46 euro. Oggi chi lo richiede, ne rinnova la durata, aggiorna o ne chiede il duplicato si troverà quindi a versare 110.46 euro per permessi di durata inferiore a un anno, 130.46 per permessi di durata fino a due anni e 230.46 euro per permessi oltre i due anni. È un’operazione senza pudore”. Questo il commento di Inca e Cgil al decreto pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Pietro Riccio

A cura di : Pietro Riccio

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)