Un familiare di tossico dipendente ha diritto all’aspettativa non retribuita?

L’art. 124 del DPR n. 309/1990 stabilisce che i lavoratori tossicodipendenti con contratto a tempo indeterminato ed i familiari di tossicodipendenti, possono godere di un’aspettativa non retribuita fino a 3 anni alfine di prendere parte o concorrere a programmi terapeutici riabilitativi presso le ASL.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 580 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Devo giustificare il licenziamento di un lavoratore domestico o ci sono dei limiti?

Se nel corso dell’anno prossimo decidessi di licenziare un lavoratore domestico perché non ho più bisogno del suo servizio lo possa fare senza problemi? devo giustificare il licenziamento? Il licenziamento

Attivare un tirocinio ​in Piemonte con un lavoratore in Naspi (FAQ)

Nel caso in cui attivassimo il tirocinio è possibile erogare l’indennità prevista? Sì, è obbligatorio corrispondere una indennità di partecipazione al tirocinante. Il minimo previsto dalla Regione Piemonte è pari

Che tempi ha un ex dipendente per poter intraprendere un’azione contro il proprio licenziamento?

Il lavoratore può impugnare, con qualsiasi atto scritto, il licenziamento entro 60 giorni dalla ricezione della sua comunicazione. Detta impugnazione può avvenire anche tramite l’organizzazione sindacale alla quale il lavoratore

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento