UE-19: CALO RECORD COSTO LAVORO ITALIA

image_pdfimage_print

eurostat-logoIn Italia calo record del costo del lavoro nell’ultimo trimestre 2015: -0,8% sull’anno, il dato più basso di tutta l’Ue. Costo del lavoro in aumento invece nell’area euro (+1,3%) e nella Ue-28 (+1,9%). Nel trimestre precedente era aumentato di 1,1% e 1,9%. Nell’Eurozona, la componente ‘salari’ è aumentata dell’ 1,5%, quella non salariale di 0,7%. In Italia è molto accentuato il calo di quest’ultima (-2,1%, battuto solo dal -8,2% dell’Olanda), mentre la componente salariale è scesa di appena lo 0,2%.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

NON SOLO PA, ANCHE 4,5 MLN LAVORATORI DEL PRIVATO IN ATTESA RINNOVO CONTRATTO

Con Pa sono 7,5 mln – da metalmeccanici alla Gdo, 2016 anno cruciale anche per contrattazione. Il 2016 sarà un anno cruciale anche per il rinnovo di molti contratti collettivi

SCONTRO SU CONTRATTI

Sul rinnovo dei contratti di lavoro nazionali il sindacato “sembra arroccato su una posizione: prima i soldi anzi, prima i “picci”, come li ha definiti Barbagallo, segretario generale Uil, e

CGIL SU RIPRESA

“L’andamento dell’economia continua ad essere lontano dalla ripresa e gli squilibri macroeconomici globali aumentano”. È quanto si legge nel sesto numero dell’Almanacco dell’economia curato dall’area delle Politiche economiche della Cgil.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento