UE-19: CALO RECORD COSTO LAVORO ITALIA

image_pdfimage_print

eurostat-logoIn Italia calo record del costo del lavoro nell’ultimo trimestre 2015: -0,8% sull’anno, il dato più basso di tutta l’Ue. Costo del lavoro in aumento invece nell’area euro (+1,3%) e nella Ue-28 (+1,9%). Nel trimestre precedente era aumentato di 1,1% e 1,9%. Nell’Eurozona, la componente ‘salari’ è aumentata dell’ 1,5%, quella non salariale di 0,7%. In Italia è molto accentuato il calo di quest’ultima (-2,1%, battuto solo dal -8,2% dell’Olanda), mentre la componente salariale è scesa di appena lo 0,2%.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

G20 SU NEET

Obiettivo ambizioso: ridurre del 15% la platea di giovani, neet  o con bassi livelli di formazione, che rischiano di rimanere tagliati fuori dal mercato del lavoro. Lo hanno fissato ministri

CONFSAL-UNSA SU CONTRATTI PA

“A un anno dalla sentenza della Corte Costituzionale sui contratti pa, governo ancora condannato da un tribunale”. A dirlo Massimo Battaglia, segretario generale della Federazione Confsal-Unsa. “Mentre il ministro Madia

BREMBO, 27 ASSUNZIONI

Brembo è leader mondiale nella progettazione, sviluppo e produzione di sistemi frenanti e componentistica per auto, moto e veicoli industriali, per il mercato del primo equipaggiamento, i ricambi e il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento