Dimissioni telematiche: come azienda, possiamo intervenire nel caso in cui il lavoratore non ci fa pervenire le dimissioni tramite email?

Dimissioni telematiche: come azienda, possiamo intervenire nel caso in cui il lavoratore non ci fa pervenire le dimissioni tramite email?
image_pdfimage_print

La norma (art. 26, d.l.vo 151/2015) non prevede un intervento del datore di lavoro in caso di inerzia del lavoratore. Ad oggi, l’azienda si trova alla finestra in attesa della comunicazione delle dimissioni telematiche di competenza esclusiva del lavoratore.

Lo stesso Ministero del Lavoro, nella circolare n. 12/2016, dice che “il datore di lavoro dovrebbe invitare il lavoratore a compilare il modulo nella forma e con le modalità telematiche previste dalla nuova disciplina”.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È legittima la visita pre-assuntiva? Posso oppormi alle risultanze?

Sì. Essa è prevista dall’articolo 41 (Sorveglianza sanitaria), comma 2-bis, del Decreto Legislativo 81/2008 (TU sulla Salute e Sicurezza). Anche per quanto riguarda il secondo quesito, la risposta è positiva;

Vorrei assumere nel 2018 un lavoratore francese che lavora in Messico, a quale tipo di agevolazione posso accedere?

Per il caso prospettato si può applicare l’ agevolazione prevista dall’articolo 16, comma 1, D.lgs. n. 147 del 2015. Detta norma prevede la possibilità di una esenzione del 50% del

È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

I “Congedi per la malattia del figlio” vanno intesi come giorni di astensione dal lavoro per i “periodi corrispondenti alle malattie di ciascun figlio” (articolo 47 del D.L.vo 151/2001). Non

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento