emiliaPolitiche attive lavoro | Regione Emilia Romagna

Benvenuti nella pagina dedicata alle misure di Politiche Attive per il lavoro attuate da generazione vincente S.p.A. nella regione Emilia Romagna.

In coerenza con le previsioni della Legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni), per assicurare il maggior grado di efficienza nella gestione delle funzioni amministrative di elevata complessità in materia di servizi per il lavoro, la Regione Emilia-Romagna ha istituito con la Legge regionale n.13 del 30 luglio 2015 l’Agenzia regionale per il lavoro.
L’Agenzia ha il compito di eseguire gli indirizzi politici definiti dalla Giunta regionale, in condivisione con le altre istituzioni territoriali, sulla gestione e la qualificazione dei servizi per il  lavoro  erogati a cittadini ed imprese.
L’Agenzia provvede a:

  • garantire il raccordo con l’Agenzia nazionale per l’occupazione;
  • gestire il sistema informativo regionale del lavoro in raccordo con il sistema nazionale;
  • proporre alla Regione, attuare e gestire gli standard qualitativi regionali;
  • proporre alla Regione gli ambiti territoriali ottimali per l’organizzazione dei servizi pubblici per il lavoro;
  • governare e dirigere i servizi pubblici per il lavoro;
  • proporre alla Regione le modalità di raccordo tra i soggetti pubblici e privati accreditati e realizzare la rete delle politiche attive del lavoro;
  • organizzare, coordinare e valorizzare le sinergie riguardanti i servizi per il lavoro gestiti da soggetti pubblici e privati accreditati;
  • supportare la programmazione regionale tramite proposte per l’attuazione delle politiche del lavoro;
  • gestire le crisi aziendali e i processi di autorizzazione degli ammortizzatori sociali;
  • attuare progetti attribuiti dalla Regione;
  • promuovere interventi che aumentino il numero di imprese disponibili ad ospitare giovani assunti con i contratti di apprendistato;
  • attuare interventi integrati rivolti alle persone con disabilità e con fragilità e vulnerabilità in integrazione con i servizi sociali dei Comuni e i dipartimenti di salute mentale delle aziende AUSL;
  • svolgere funzioni di osservatorio del mercato del lavoro;
  • curare il monitoraggio e la valutazione delle prestazioni dei servizi per il lavoro;
  • supportare la programmazione dell’offerta formativa con riferimento alle dinamiche del mercato del lavoro e all’analisi dei fabbisogni professionali;
  • supportare l’elaborazione normativa in materia di lavoro, tirocini e apprendistato.

Misure attivate nella Regione Emilia Romagna: