Addio studi di settore: al loro posto Indici di Fedeltà Fiscale

breaking_newsDopo l’annuncio del ministero dell’Economia e delle Finanze dell’abolizione degli studi di settore è arrivata la conferma ufficiale con la Legge di Bilancio 2017. Lo strumento del Fisco sarà ufficialmente abolito e sostituito dagli indici di fedeltà fiscale con un meccanismo premiale: chi risulterà molto affidabile non subirà più controlli e avrà una corsia preferenziale per i rimborsi fiscali, che saranno così più veloci. L’abolizione degli studi di settore sarà accompagnata da un decreto ministeriale che porterà all’addio dello strumento statistico già a partire dal 2017.

“Si tratterà – spiega il viceministro dell’Economia Luigi Casero – di una operazione basata su 4 pilastri: l’eliminazione studi del settore, visto che non potranno essere più utilizzati per l’accertamento per legge. In secondo luogo non potranno essere più richiesti dati già in possesso dell’amministrazione finanziaria, con l’obiettivo, quando la riforma sarà a regime, di non chiedere più dati ai contribuenti. Il terzo pilastro è l’eliminazione degli studi non efficienti/efficaci come per alcune categorie di professionisti che hanno un andamento dei ricavi naturalmente altalenante, come gli avvocati. Il quarto pilastro è rappresentato dagli elementi premiali. L’analisi degli ‘indici di fedeltà’, infatti sarò fatta su un arco temporale più ampio, guardando alla evoluzione storica degli andamenti dei vecchi studi di settore”.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Redazione web

A cura di : Redazione web

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)