Alternanza scuola-lavoro: coinvolti 650mila studenti

alternanza_scuola-lavoroArrivano segnali positivi sull’ alternanza scuola-lavoro. È ciò che si evince dal monitoraggio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca presentato dal Ministro Stefania Giannini, in occasione del lancio del programma “I campioni dell’alternanza” che coinvolgerà un gruppo di 16 organizzazioni – aziende grandi e medie, Ordini professionali e Terzo settore – nel racconto e nella diffusione dell’alternanza attraverso progetti di qualità.

Nel primo anno in cui l’alternanza scuola-lavoro è diventata obbligatoria per tutti gli studenti delle terze classi superiori (licei e istituti tecnico-professionali) sono stati oltre 652mila (+139% rispetto all’anno precedente) i ragazzi che hanno svolto un periodo di ambientamento e conoscenza del mondo del lavoro. Nello specifico le scuole che hanno aderito al progetto sono passate dal 54% al 96%, i percorsi di alternanza scuola-lavoro attivi sono passati da 11.585 a 29.437 (+154%), mentre le strutture ospitanti sono state 149.795 (+41%).

Analizzando le strutture ospitanti notiamo che l’alternanza è stata svolta soprattutto in imprese (36,1% dei casi), a scuola con l’impresa simulata o svolgendo attività interne, come biblioteche (12,4%), pubbliche amministrazioni (8,5%), o nel settore No profit (7,6%); una piccola percentuale, inoltre, ha svolto l’alternanza in studi professionali, ordini, o associazioni di categoria.

“I numeri del primo anno di attuazione dell’obbligo di alternanza previsto dalla Buona Scuola sono incoraggianti e importanti – ha dichiarato il Ministro Giannini – Con la riforma abbiamo portato l’alternanza scuola-lavoro fuori dalla sperimentazione trasformandola in una pratica strutturale per migliorare l’occupabilità dei nostri giovani e contrastare la disoccupazione e il fenomeno dei Neet”.

Il Ministro ha poi concluso volgendo lo sguardo al futuro: “Ora dobbiamo lavorare tutti insieme, come sistema Paese, per innalzare sempre di più i livelli di qualità dei percorsi attivati. Lo faremo a partire da iniziative come ‘I Campioni dell’Alternanza’. Forniremo poi agli studenti, alle famiglie e alle istituzioni scolastiche, gli strumenti necessari per conoscere meglio i loro diritti e doveri, per incrociare le necessità delle scuole con le offerte di istituzioni e aziende pronte ad ospitare studenti, per dare ai nostri docenti le competenze necessarie per gestire questi processi”.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Redazione web

A cura di : Redazione web

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)