Assolavoro Servizi: chiarimenti sulla legittimità dei percorsi di apprendistato in somministrazione di lavoro

assolavoro_serviziCon la Circolare n. 06/2016, Assolavoro Servizi ha voluto chiarire l’assoluta legittimità della attivazione di percorsi di apprendistato cd. di I livello (“Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore”) e di III livello (“Apprendistato di alta formazione e di ricerca”) in somministrazione di lavoro.

Utilizzando come fonte di riferimento primaria in materia di contratto di apprendistato il Capo V del D. Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 (artt. 41 – 47), essa prende in analisi l’art. 42 che specifica la disciplina generale applicabile a tutte le tipologie di apprendistato, l’art. 43 che individua l’apparato normativo specifico dell’apprendistato di I livello, e l’art. 45 dell’apprendistato di III livello.

Analizzando nello specifico il comma 5 dell’art. 42 si evince che “salvo quanto disposto dai commi da 1 a 4, la disciplina del contratto di apprendistato è rimessa ad accordi interconfederali ovvero ai contratti collettivi nazionali di lavoro stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale“, nel rispetto di una serie di principi individuati dal medesimo comma.

Si individua, quindi, nell’Accordo Interconfederale la fonte normativa di riferimento in alternativa al Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro: in particolare all’Accordo Interconfederale sottoscritto il 18 maggio 2016 da Confindustria e da CGIL, CISL e UIL immediatamente applicabile alle Agenzie per il Lavoro associate ad Assolavoro, in quanto Associazione aderente al sistema confindustriale.

Nella circolare si legge che: “al fine di favorire un maggiore ricorso all’apprendistato di primo e terzo livello, l’Accordo Interconfederale individua una disciplina di riferimento per tali tipologie, applicabile nei settori che non si sono dotati di una regolamentazione contrattuale, in relazione a diversi specifici parametri (piano formativo individuale, livello di inquadramento convenzionale, retribuzione, ecc.). “

In conclusione Assolavoro Servizi, ricostruendo il quadro normativo di riferimento, sottolinea la completa legittimità dell’attivazione di percorsi di apprendistato di I e di III livello a scopo di somministrazione di lavoro.

 Visualizza Accordo

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Redazione web

A cura di : Redazione web

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)