Palmeri: “Bonus e Formazione, così riparte l’occupazione giovanile in Campania”

palmeriL’assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania Sonia Palmeri, in un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, traccia un primo bilancio del lavoro svolto in ambito di politica occupazionale ad un anno e mezzo dal suo insediamento.

A partire da Garanzia Giovani: “Dal luglio del 2015 la prima nefandezza che ho trovato era sul piano di Garanzia Giovani, dove non c’era il bonus occupazionale e quindi il processo, a mio parere, non era completo. Un imprenditore ha il desiderio di assumere non solo per migliorare il suo modello di business ma se può avere un costo basso del lavoro sicuramente è più propenso a fare degli investimenti.”

“Ho riprogrammato la misura, inserito 10 milioni e 400mila euro che come volevasi dimostrare si sono esauriti velocemente e bene” -ha proseguito la Palmeri- “tanto che il Governo riconoscendoci di essere regione virtuosa ci ha assegnato ulteriori 4 milioni che nell’arco di due settimane si sono tradotti in assunzioni”.

Ottimi risultati si sono, inoltre, avuti anche sull’attuazione di un piano per il lavoro: “Abbiamo creato un piano per il lavoro ed abbiamo immaginato di ritornare quale unica Regione in Italia alla decontribuzione al 100%, anche se non tutti purtroppo lo sanno. Del piano per il lavoro 200 milioni riguardano i target di inoccupati, disoccupati e soggetti con difficoltà di inserimento lavorativo”.

Rimanendo in ambito occupazionale è evidente una scarsa conoscenza di tutti gli strumenti che la Regione Campania mette a disposizione per coloro che cercano lavoro. Su questo punto l’assessore ha precisato che “è un problema che solo i mass media possono aiutare a risolvere. Stiamo lavorando sulla riorganizzazione dei centri d’impiego e riprogrammazione delle politiche del lavoro. Il successo delle misure per il lavoro non possono prescindere da una contestuale riorganizzazione della rete dei servizi per il lavoro, che dalla presa in carico alla erogazione delle misure, agisca con competenza, professionalità ed efficienza consapevole di essere il motore del cambiamento Per noi i centri d’impiego per il lavoro sono motore del cambiamento”.

Interrogata, infine, sulla delicata vicenda Almaviva ha manifestato il suo disappunto: “Dopo lunghe e travagliate trattative e dopo la firma di un accordo ed impegni assunti da tutti gli attori della vertenza, inspiegabilmente l’azienda decide di fare questo colpo di scena. Ricordo che pochi mesi fa l’azienda aveva siglato con sindacati, governo ed istituzioni un ottimo accordo, nel quale io stessa avevo preso l’impegno sul processo di riorganizzazione aziendale. Ci siamo anche incontrati in Regione e abbiamo parlato. Mesi di lavoro andati in fumo per una decisione improvvisa ed unilaterale dell’azienda.”

“E a chi contesta un presunto immobilismo della Regione, senza cedere alla facile polemica sull’infondatezza dell’affermazione nata certamente da distrazione” – ha conucluso l’assessore Palmeri- “suggerisco di essere coesi verso il comune obiettivo e cioè la salvaguardia dei posti di lavoro”.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Redazione web

A cura di : Redazione web

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)