Periodo di comporto: specifica sui giorni in caso di licenziamento

Con la sentenza n. 18196 del 16 settembre 2016, la Corte di Cassazione ha affermato l’illegittimità di un licenziamento comminato per superamento del periodo di comporto dove non sia possibile, da parte del lavoratore, una verifica sui giorni di assenza per malattia che hanno portato a detto superamento.

I giudici della Suprema Corte hanno evidenziato che se richiesto dal lavoratore, è d’obbligo da parte del datore di lavoro, comunicare i giorni di assenza per malattia che hanno portato al superamento del periodo di conservazione del posto di lavoro, soprattutto nel caso tale superamento sia avvenuto per sommatoria di più periodi di malattia nell’arco di tempo contrattualmente previsto.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
in collaborazione con dottrinalavoro.it

A cura di : in collaborazione con dottrinalavoro.it

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)