Autocertificazione e contributo esonerativo per gli addetti a lavorazioni pericolose

lavoro_pericoloso

I datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici, ai fini dell’autocertificazione dell’esonero dall’obbligo di assunzione degli addetti impegnati in lavorazioni a rischio elevato, devono versare un contributo esonerativo pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo e per ciascun lavoratore con disabilità per cui si autocertifica l’esonero. Il contributo è calcolato convenzionalmente su 5 giorni lavorativi a settimana, corrispondenti a 22 giorni al mese. Il primo versamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario; i successivi con cadenza trimestrale.

Quali sono i requisiti per usufruire dell’esonero?

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato il Decreto Interministeriale 10 marzo 2016 con le modalità di versamento del contributo esonerativo per autocertificare l’esonero dall’obbligo degli addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio Inail pari o superiore al 60 per mille (di cui all’art. 3 della Legge 68/1999) nelle aziende con più di 35 lavoratori dipendenti.

I requisiti richiesti dalla norma sono:

  • occupare addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio Inail pari o superiore al 60 per mille;
  • autocertificare l’esonero dall’obbligo per quanto concerne i medesimi addetti;
  • versare al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili un contributo esonerativo per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore con disabilità non occupato.

In sede di prima applicazione, l’autocertificazione deve essere presentata in via telematica entro il 1° luglio 2016 (60 giorni dall’entrata in vigore del decreto).

Nelle more dell’attivazione della procedura telematica, il datore di lavoro potrà indicare, nel prospetto informativo, la data dalla quale ha inteso avvalersi dell’esonero. Tale data non potrà essere antecedente il 24 settembre 2015, né successiva al 31 dicembre 2015 atteso che il prospetto fa riferimento alla situazione occupazionale al 31 dicembre.

Queste le ipotesi che si possono verificare:

  1. Per coloro per i quali l’obbligo è insorto il 24 settembre 2015 (data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 151 del 2015), la data entro la quale avvalersi dell’esonero è il 23 novembre 2015;
  2. Per coloro per i quali l’obbligo è insorto dopo il 24 settembre 2015, la data entro la quale avvalersi dell’esonero è il 60° giorno successivo all’insorgenza dell’obbligo (Es. obbligo insorto il 15 ottobre 2015, data entro cui avvalersi dell’esonero: 14 dicembre 2015).
  3. Nel caso in cui l’obbligo è insorto prima del 31 dicembre 2015 e il datore di lavoro intenda avvalersi dell’esonero nei termini previsti dal decreto e la data cada nell’anno 2016 (Es. data in cui insorge l’obbligo: 11 dicembre 2015; data entro cui avvalersi dell’esonero: 9 febbraio 2016) potrà indicare, nell’apposita sezione “esonero parziale autocertificato” del prospetto informativo, nel campo “data autocertificazione” la data del 31 dicembre 2015, inserendo nelle note la data dalla quale intende avvalersi dell’esonero (nell’esempio citato: entro il 9 febbraio 2016).

L’esonero autocertificato è compatibile con l’esonero parziale dall’obbligo di assunzione a condizione che gli esoneri non riguardino i medesimi addetti impegnati in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio INAIL pari o superiore al 60 per mille e che la quota di esonero autocertificata e la quota di esonero autorizzata complessivamente non siano superiori alla misura percentuale massima del 60% della quota di riserva (prevista dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali n. 357del 2000). Per questo motivo, si ribadisce che i datori di lavoro che appartengono alla classe dimensionale 15/35 dipendenti non potranno usufruire dell’esonero autocertificato.

Versamento contributo

Il contributo esonerativo è pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo e per ciascun lavoratore con disabilità per cui si autocertifica l’esonero. Il contributo è calcolato convenzionalmente su 5 giorni lavorativi a settimana, pari a 22 giorni al mese ed è, pertanto, stabilito in 2.022,24 euro a trimestre per ciascun lavoratore con disabilità per cui si autocertifica l’esonero.

Il primo versamento del contributo esonerativo dovrà essere effettuato, tramite bonifico bancario che sarà comunicato sul sito cliclavoro.gov.it, nei 5 giorni lavorativi precedenti l’autocertificazione e copre il periodo dalla data in cui il datore di lavoro ha inteso avvalersi dell’esonero al termine del trimestre in cui è presentata l’autocertificazione.

I versamenti successivi al primo andranno effettuati con cadenza trimestrale entro il 10 del mese successivo al termine del trimestre già coperto da versamento.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Articoli scelti per voi dalla redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)