Job Opinion Leader #Jol

Pittella: «Giovani senza lavoro, i dimenticati d’Europa»

Pittella: «Giovani senza lavoro, i dimenticati d’Europa»

Onorevole Pittella, la disoccupazione giovanile rappresenta l’emergenza delle emergenze innanzitutto in Italia. Che cosa può fare e che cosa fa l’Europa per contrastare questa tragedia generazionale? La disoccupazione giovanile è la vera piaga dei nostri tempi difficili e l'Europa sembra non averne piena consapevolezza, soprattutto per la miopia dei governi che ne determinano le scelte di fondo di politica economica. Mi spiego meglio. L'Europa a lungo è stata la promessa di pace dopo grandi conflitti e la pace è stata conseguita attraverso la messa in comune di risorse strategiche e di integrazione dei mercati. Almeno

Gori: «Serve il reddito di inclusione, i poveri non possono più attendere»

Gori: «Serve il reddito di inclusione, i poveri non possono più attendere»

Non siano i poveri le vittime dei ritardi della politica. E’ chiaro e netto l’allarme di Cristiano Gori, docente di politica sociale all'Università Trento e coordinatore del gruppo Alleanza contro la povertà, fucina dei provvedimenti ad hoc messi in cantiere dal precedente governo Renzi e oggi all'esame del Parlamento. Una discussione lunga che ha finora impedito, nonostante l’urgenza, l’approvazione di quei provvedimenti di contrasto della povertà. «E’ in discussione in Parlamento – spiega Gori – la delega che introduce il Rei, il reddito di inclusione, che rappresenta la misura definitiva contro la lotta

Amoroso: ”La legalità nel lavoro in agricoltura è possibile”

Amoroso: ”La legalità nel lavoro in agricoltura è possibile”

L'amministratore delegato di Generazione Vincente S.p.A., il Dott. Michele Amoroso, parla della nuova legge sul caporalato e spiega che la legalità nell'approccio al lavoro in agricoltura è assolutamente possibile. A seguire l'intervista a cura di Vincenzo Magista' per telenorba a margine del più importante evento b2b del settore agricolo: il Fruit Logistica svoltosi a Berlino il 8-9-10 Febbraio 2017. Intervista di:  Vincenzo Magista' Montaggio di: Marcello Intini fonte:

Seghezzi (Adapt): «Attenzione ai rischi del dualismo anagrafico del mercato del lavoro»

Seghezzi (Adapt): «Attenzione ai rischi del dualismo anagrafico del mercato del lavoro»

Ci si potrà anche consolare con il calo demografico nelle fasce giovanili e con un leggero incremento dell’occupazione totale, ma l’ultimo bilancio dell’Istat sul mercato italiano segna il negativo ritorno della disoccupazione giovanile sopra il 40 per cento, il dato più alto da giugno 2015. Il che, insieme con un valore complessivo dei senza lavoro al 12 per cento contro il 9,6 come media Ue, non fa ben sperare su possibili inversioni di tendenza. Tanto più che si consolidano altri due andamenti già emersi nei mesi scorsi: il ritorno robusto sulla scena dei contratti





Giurisprudenza e circolari

Normativa e contratti


Top